Strambe teorie

E’ passato quasi un anno. Non avevo più avuto rapporti amicali con quella persona. Era finita male, ma di certo lui non aveva facilitato il compito. La sua arroganza rasentava quasi la follia e i suoi discorsi non erano da meno. Le sue strambe teorie su chi frequentare, erano troppo per una persona che, attualmente, lavora, combatte, ogni giorno per l’integrazione sociale. Il sentir dire da lui: “Esco solo con le persone fighe…” provocava in me un senso di delusione e rabbia perché percepivo questa sua scelta come una forma, molto retrograda, di discriminazione. Forse esageravo, ma non tolleravo che sminuisse così la figura femminile. Certo c’erano donne e donne, ma il ruolo di soprammobile non era mai stato il mio forte. Come potete immaginare, fu, ben presto, esiliato dalle mie amicizie. Ma la mia, era una scelta avventata? Scoprii poi, che anche con il passare del tempo, nulla era cambiato. Erano trascorsi mesi e mesi, ma tutto era rimasto com’era. L’avevo, allora, semplicemente sopravvalutato?

Annunci