Sorpresa!

Tutti vorrebbero riceverla, ma cosa ci spinge a farne una? L’amore, l’amicizia, l’odio… Le motivazioni sono varie, anche se io mi soffermerei più sulla messa in atto. C’è chi non riesce a trattenersi e svela poco a poco. Apprezziamo comunque il buon impegno. C’è chi invece, aspetta, e si gode il momento a pieno: vedere lo stupore negli occhi, la gioia in un sorriso, la trepidazione nel corpo. E’ tutto lì il gusto, il gioco. Sono attimi, che però vanno architettati nei minimi particolari. Questo richiede tempo. Allora, quanti sono disposti a farne veramente una? Costa così tanto? Si dice sempre che non si ha mai tempo. Risposta classica: “Ho un sacco d’impegni.” Bella giustificazione! Ma il punto è che se conosci una persona realmente farla non pesa. La stessa cosa non potremmo dirla per chi, invece, hai incontrato da poco nella tua vita. Però c’è qualcosa che ti da impulso. Esce spontanea. Ecco che i pensieri non si fermano. Sarà pronta a riceverla? Capirà il perché e l’apprezzerà veramente? Non sono un’indovina. La mia unica certezza è che regalare un’emozione non è poco…

20 thoughts on “Sorpresa!

  1. Io sono una calcolatrice, purtroppo. Non amo rischiare, mi piace avere tutto sotto controllo. Spesso con le emozioni non ci riesco, ed è una cosa che mi mette ansia, perchè ho sempre il terrore che qualcosa vada storto.

  2. Proprio ieri ho scritto questo: “Adoro festeggiare le persone che amo, adoro fare loro sorprese pacchiane, caotiche e colorate. Lo stupore nei loro occhi è il regalo più grande che possa farmi e sono felice di aver trovato un ottimo team, con cui condividere tutto questo!”

  3. Mi piace la questione del tempo: certe cose pesano, ma se vuoi fare un regalo vero puoi anche mettere in conto che potrebbe non essere facile o potrebbe essere rischioso, e accetti la sfida di farlo ugualmente…

  4. a me piace farla nel senso che sia inaspettata. E’ bello, passi davanti a un negozio. Vedi una cosa, ed è proprio fatta su misura per. La compri quasi senza guardare il prezzo e gliela dai come se fosse un suo complemento naturale. Cosi’, col cuore in mano, funziona sempre, e anche per me è una festa migliore di quelle santificate e in fondo anche forzate

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...