Strani ritorni

Stamattina, più che mai, ero indecisa su quale proverbio fosse stato più azzeccato per la serata appena passata. C’eravamo organizzati, come sempre per andare a fare quattro salti in pista con i miei amici della scuola di ballo. L’imperativo era: “Pochi ma buoni.” Senza nemmeno essersi messi d’accordo, la combriccola ben presto, fu al completo. Non mancava proprio nessuno, tranne la ragazza del mio primo ballerino. Era da un po’ che non li vedono baciarsi, accarezzarsi. Mi direte ok va bene e allora? Tutto cominciò, quando alle prime armi, lui per tutta l’estate, fu il mio tormento in tutti i sensi. Continue battute del tipo: “Ci sposiamo!” Io rimanevo sempre perplessa. Non sapevo se faceva sul serio, ma la passione che metteva mentre ballavamo era tangibile. Tutti si fermavano a guardarci. Ed io non sapevo che fare. Alcune volte m’irritava, non lo sopportavo. Era arrogante, ma poi un attimo dopo mi faceva ridere come non mai. Era amore? Continua…

2 thoughts on “Strani ritorni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...